Giuseppe Raffaele

MEMORIE DAL FUTURO

IN CONCORSO

Adelaide D’Agostino | Alessandra Plovino | Barbara Priolo | Benedetto Aquilone | Christina Pagano | Daniela Petrone | Diego Dattola | Erika Godino | Federico Orlando | Giulia Renzi | Giuseppe Raffaele | Ilaria Turano | Immacolata Melito | Jaqueline Gisele Rodriguez |  Jenifher Barbuto | Mena Romio | Miriam Giuseppina Arconte | Ornella Mamone Capria | Roberta Saullo | Salvatore Privitera | Tirso Ceazar Pons

FUORI CONCORSO

Alessandro Crusco e Costantino Rizzuti | Anna Lauria | Gaetano Gianzi | L.A.B.1 Filippo Malice | Oreste Montebello e Fabiola Cosenza | Simona Minervino e Piergiorgio Greco


Giuseppe Raffaele

 

LINEA

L’uomo una semplice linea
Una negazione del valore plastico
Sofferenza, scarnificazione
Impatto brutale con la realtà
Vita, Viaggio, Passaggio, Tempo, Fine.

Nota biografica

Giuseppe Raffaele nasce a Messina il 28 novembre del 1996. Frequenta il Liceo Artistico Ernesto Basile, indirizzo Arti Figurative, dove inizierà a sperimentare il suo linguaggio sia in pittura sia in scultura. Attualmente frequenta la scuola di scultura dell’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria. Nel corso degli ultimi anni partecipa a varie manifestazioni artistiche a livello locale e nazionale. L’artista fonda le sue basi stilistiche su artisti come
Giacometti, klimt e Schiele. La ricerca di Giuseppe Raffaele si muove intorno alla condizione psicologica del bambino e dell’adulto, che rappresentano simbolicamente la felicità infantile e la tristezza consapevole dell’adulto. L’artista lavora principalmente il ferro e materiali naturali che lascia “impressionare” da sostanze corrosive e agenti atmosferici.

Annunci

8 Replies to “Giuseppe Raffaele”

  1. Il lavoro di questo artista è di per sè un lavoro che si posiziona in un non-tempo. Non si riesce davvero a capire – se non fosse le maglie del ferro che vengono usate per le sculture che sono quelle con cui si produce il cemento armato e piccoli altri segni -l tempo in cui vivono queste microsculture. Interessante poi il linguaggio e lo studio tra il bambino e l’adulto, anche questo come una memoria dal futuro. Voto 5

    Mi piace

  2. Sintesi fra l’elemento puro e la creatività rivoluzionaria della trasformazione chimica. Linearità da designer di vecchia maniere, essenziale e diretta che ricorda l’essenzialità di Cavandoli.
    Voto 5
    Oreste Montebello

    Mi piace

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...