CROSSMEDIA docs

< TORNA INDIETRO

Statuto CROSSMEDIA
(download pdf)
Regolamento CROSSMEDIA 2016
(download pdf)

STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE CROSSMEDIA
COSTITUITA IN DATA 06 FEBBRAIO 2011

Titolo I – Sede, denominazione, durata, scopi

Art.1– E’ costituita l’Associazione culturale denominata “CROSSMEDIA” (di seguito Associazione).

Art.2– L’ Associazione ha sede in Via De Amicis sns c/o La Direzionale – Rende (CS).

Art.3– L’ Associazione ha durata illimitata.

Art.4– L’ Associazione è disciplinata dal presente Statuto e dal Regolamento interno dell’Associazione il quale disciplina in armonia con il presente Statuto gli aspetti ulteriori relativi alla organizzazione e all’attività dell’Associazione.

Art.5– L’anno sociale dell’Associazione inizia con il mese di gennaio e termina con il mese di dicembre.

Art.6– L’ Associazione non ha fini di lucro è indipendente e apartitica e non procede, in nessun caso, alla divisione degli utili tra gli associati, nemmeno in forma indiretta.

Art.7– Scopo principale dell’ Associazione è quello di incentivare, diffondere e promuovere l’arte e la cultura contemporanea, privilegiando quei progetti che siano particolarmente attenti alla ricerca, alla sperimentazione e all’innovazione , supportando tutte le fasi di sviluppo e sperimentando tutte le possibili applicazioni e interazioni con altre branche della cultura e della scienza, tutto ciò senza discriminazioni di spazio, di tempo, di moda e di stili.

Art.8– Per la realizzazione di quanto suesposto l’Associazione si prefigge la qualificazione, il miglioramento professionale, sociale ed artistico dei Soci e dell’ambito territoriale in cui svolgerà le proprie attività proponendosi di utilizzare una metodologia di analisi e verifica per ogni singola attività gestita, al fine di garantire in maniera oggettiva e dimostrabile un elevato standard qualitativo. Per il conseguimento degli scopi statutari l’Associazione si propone di:

a) favorire, organizzare e gestire manifestazioni culturali, ricreative, rassegne, mostre, conferenze, workshop, dibattiti ed ogni altra forma di promozione delle finalità dell’Associazione;

b) curare la pubblicazione, diffusione ed eventualmente vendita di prodotti editoriali quali periodici, riviste, monografie, giornali, sia in forma cartacea che elettronica, per la diffusione e la divulgazione delle attività e degli scopi statutari dell’Associazione;

c) attivare iniziative culturali, anche in collaborazione con altri Enti sia pubblici che privati, Associazioni e/o Scuole;

d) gestire circoli culturali, ricreativi con somministrazione di alimenti e bevande, promuovere, organizzare e gestire corsi di formazione, laboratori permanenti, seminari, ed ogni altra iniziativa atta a diffondere la conoscenza e la pratica;

e) svolgere qualsiasi altra attività o servizio che si rivelasse utile a promuovere e a diffondere la conoscenza dell’arte e della cultura contemporanea e degli artisti;

f) L’Associazione potrà utilizzare e/o dare in uso a terzi tramite licenza (licensing), marchi commerciali, loghi, brevetti, marchi di fabbrica e quant’altro di proprietà dell’Associazione o di proprietà di terzi, per il raggiungimento dei propri fini statutari;

g) in via sussidiaria e non prevalente l’Associazione potrà svolgere anche attività commerciali finalizzate al raggiungimento degli scopi sociali. Essa potrà inoltre in occasione di manifestazioni, ricorrenze, celebrazioni ed eventi vari prevedere raccolte pubbliche di fondi anche mediante offerte di beni di modico valore. Essa potrà inoltre compiere tutte le operazioni economiche e finanziarie ritenute opportune, potrà reperire e gestire spazi ed impianti ed intrattenere rapporti con Istituti di Credito.

Titolo II – Soci

Art.9– Sono aderenti e possono aderire all’Associazione le persone fisiche e le persone giuridiche interessate all’attività dell’ Associazione e che ne condividano le finalità ed i principi ispiratori e ne accettino lo Statuto.

Art.10– Gli associati versano all’Associazione dal momento in cui entrano a farne parte, un contributo annuo nella misura e nelle modalità che saranno stabilite dal Consiglio Direttivo. Esse sono intrasmissibili e non rivalutabili.

Art.11– I soci si distinguono in soci ordinari, soci sostenitori ed onorari e possono essere sia cittadini italiani che stranieri.

– Sono soci ordinari: coloro i quali hanno partecipato all’atto costitutivo dell’associazione (fondatori) e coloro i quali, avendone i requisiti, previa domanda al Consiglio Direttivo, siano ammessi con delibera dell’Assemblea.

– Sono soci sostenitori ed onorari: le persone fisiche o giuridiche che si interessano e partecipano alla vita ed all’attività dell’Associazione e che contribuiscono al perseguimento delle finalità Statutarie con prestazioni professionali o con elargizioni e donazioni. All’attribuzione delle qualifiche di detti soci sostenitori ed onorari provvede il Consiglio Direttivo.

Art. 12 – Tra gli associati vige una disciplina uniforme del rapporto associativo e delle modalità associative. E’ espressamente esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa. Tutti i soci hanno diritto di partecipare alla vita associativa. I soci maggiorenni esercitano personalmente il diritto di voto nelle assemblee, i soci minorenni votano attraverso coloro che ne esercitano la potestà genitoriale o la tutela.

Art. 13 – Le quote associative non possono essere trasmesse ad altri soci tranne che per i casi previsti dalla Legge. La perdita, per qualsiasi caso, della qualità di socio non dà diritto alla restituzione di quanto versato all’associazione neppure per l’attività prestata per il raggiungimento dei fini associativi fatti salvi in ogni caso gli impegni contrattuali eventualmente intercorsi. Il decesso del socio non conferisce agli eredi alcun diritto nell’ambito associativo.

Art.14– Ogni Socio ha il diritto di:

a. votare nell’Assemblea;
b. essere eletto alle cariche Sociali;
c. avere parola durante l’Assemblea, alla quale può anche proporre mozioni, materiali di discussione, progetti e quant’altro utile e idoneo al raggiungimento degli scopi statutari.

Art.15– Chi intende aderire all’ Associazione deve presentare domanda scritta al Consiglio Direttivo, controfirmata da almeno un Socio presentatore. Il Consiglio Direttivo delibera sulle domande di ammissione entro il termine di sessanta giorni. Decorso tale termine senza l’adozione di un provvedimento espresso, le domande si intendono respinte. Il provvedimento espresso di diniego non necessita di motivazione.

Art.16– Il Soci non potranno in alcun modo fare uso del nome dell’Associazione, di sue sigle o di suoi segni distintivi contenenti l’indicazione o il richiamo del nome o di iniziative dell’Associazione stessa, tali da indurre i terzi a credere che stiano agendo in nome e per conto dell’Associazione, se non previa autorizzazione del Consiglio Direttivo mediante delega scritta.

Art.17– Il recesso da socio e da qualsiasi carica sociale deve essere comunicato con lettera diretta al Consiglio Direttivo, il quale, dopo esame, ne comunicherà l’esito; esse hanno decorrenza dal giorno dell’accettazione, della quale sarà data comunicazione per lettera.

Art. 18 – Si decade inoltre dalla qualifica di socio quando lo stesso svolga attività contrarie alle finalità statutarie, ovvero per indegnità o per il mancato versamento delle quote sociali. Sulla decadenza decide il Consiglio Direttivo.

Titolo III – Organi dell’ Associazione

Art.19– Sono organi dell’ Associazione:

a. l’Assemblea dei Soci;
b. il Consiglio Direttivo;

Art. 20– L’Assemblea è aperta a tutti i Soci. Essa può essere ordinaria e straordinaria.

Art. 21 – L’Assemblea ordinaria si riunisce per:

a. eleggere i componenti del Consiglio Direttivo;
b. approvare il bilancio preventivo e consuntivo;
c. deliberare riguardo al Regolamento interno dell’Associazione predisposto dal Consiglio Direttivo;
d. proporre iniziative a medio-lungo termine per il raggiungimento degli scopi statutari.

Art. 22 – L’Assemblea ordinaria deve essere convocata almeno una volta l’anno entro il 30 aprile per l’approvazione del bilancio preventivo e consuntivo. Essa viene convocata dal Presidente su delibera del Consiglio Direttivo o su richiesta di almeno un terzo dei Soci, con avviso, inviato con qualsiasi mezzo idoneo, anche con l’utilizzo della posta elettronica e/o di altri strumenti di comunicazione elettronica, almeno dieci giorni prima della data di convocazione, recante l’indicazione dell’ordine del giorno, del luogo, del giorno e dell’ora di convocazione.

Art. 23 – L’Assemblea straordinaria si riunisce per:

a. deliberare lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del suo patrimonio;
b. deliberare sulle modifiche dell’atto costitutivo e/o dello statuto;
c. deliberare riguardo al trasferimento della sede o la costituzione di nuove sedi;
d. deliberare, su proposta del Consiglio Direttivo, l’ammissione e l’esclusione dei Soci e la dichiarazione di decadenza dei consiglieri;
e. proporre iniziative a breve-medio termine per il raggiungimento degli scopi statutari;
f. deliberare sulle altre questioni che le vengono sottoposte dal Consiglio Direttivo.

Art. 24 – L’Assemblea straordinaria, viene convocata dal Presidente, su delibera del Consiglio Direttivo, o su richiesta di almeno un terzo dei Soci, con avviso, inviato con qualsiasi mezzo idoneo, anche con l’utilizzo della posta elettronica e/o di altri strumenti di comunicazione elettronica, almeno cinque giorni prima della data di convocazione, recante l’indicazione dell’ordine del giorno, del luogo, del giorno e dell’ora di convocazione.

Art.25– L’Assemblea è validamente costituita in prima convocazione con la presenza della metà degli associati, e in seconda convocazione con qualsiasi numero di partecipanti. Le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti. Le modifiche dello statuto, l’approvazione dei regolamenti, l’elezione del Consiglio Direttivo, i provvedimenti di decadenza dei consiglieri sono deliberate con la presenza di almeno due terzi degli associati e con il voto favorevole della maggioranza dei presenti. Lo scioglimento dell’Associazione e la devoluzione del patrimonio sono deliberati con il voto favorevole di almeno tre quarti degli associati.

Art.26– L’Assemblea è presieduta dal Presidente o, in mancanza, dal Vice Presidente o, in mancanza, da altro Presidente designato dall’Assemblea. Il Presidente dell’Assemblea verifica la regolarità delle deleghe e delle votazioni e nomina un Segretario che redige il verbale di Assemblea. Il verbale deve essere sottoscritto dal Presidente e dal Segretario dell’Assemblea.

Art.27– Hanno diritto di intervenire all’Assemblea tutti i Soci che si trovino in regola col pagamento della quota di Associazione. Ogni Socio ha diritto ad un voto e può farsi rappresentare nell’Assemblea da un altro associato mediante delega scritta. Ogni Socio non può rappresentare più di un Socio.

Art.28– L’ Associazione è amministrata da un Consiglio Direttivo composto da un minimo di tre a un massimo di cinque membri, eletti dall’Assemblea. Il Consiglio Direttivo dura in carica sei anni e i suoi membri sono rieleggibili.

Art.29– Il Consiglio Direttivo è l’organo esecutivo e propulsivo dell’ Associazione. Esso è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’Associazione, senza alcuna limitazione.

Art. 30 – Il Consiglio Direttivo, nell’ambito delle proprie funzioni, può avvalersi, per compiti operativi o di consulenze, di persone fisiche o giuridiche non soci, in grado, per competenze specifiche, di contribuire alla realizzazione di specifici programmi. Il Consiglio Direttivo può inoltre distribuire fra i suoi componenti funzioni attinenti a specifiche esigenze di amministrazione.

Art. 31– Al Consiglio Direttivo spettano i poteri di:

a. deliberare a semplice maggioranza sull’amministrazione ordinaria e straordinaria dell’Associazione. In caso di parità prevale il voto del Presidente;
b. eseguire le deliberazioni dell’Assemblea;
c. predisporre i programmi di realizzazione degli scopi statutari dell’Associazione e prendere tutte le decisioni e iniziative necessarie alla loro attuazione;
d. predisporre il rendiconto economico e finanziario preventivo e consuntivo;
e. proporre circa l’ammissione e l’esclusione dei soci;
f. stipulare tutti gli atti ed i contratti inerenti all’attività dell’Associazione;
g. curare la gestione di tutti i beni mobili ed immobili di proprietà dell’Associazione o ad essa affidati;
h. decidere le modalità di partecipazione dell’Associazione alle attività organizzate da altre Associazioni od Enti e viceversa, se compatibili con i principi ispiratori del presente Statuto;
i. predisporre il Regolamento interno dell’Associazione;
l. fissare l’ammontare dei contributi annui degli associati, differenziandoli eventualmente in base alla categoria di soci, e l’ammontare dei contributi suppletivi in base ai servizi ed alle attività svolte dall’associazione;

Art.32– Il Consiglio Direttivo elegge al suo interno:

a. il Presidente, che ha la rappresentanza legale dell’Associazione ed è il responsabile di ogni attività della stessa; convoca e presiede il Consiglio Direttivo e l’Assemblea; da esecuzione alle delibere e direttive del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea; cura l’ordinaria amministrazione dell’Associazione; in casi eccezionali di necessità e urgenza, può compiere atti di straordinaria amministrazione o esercitare i poteri del Consiglio Direttivo, salva la ratifica successiva del suo operato da parte del Consiglio Direttivo; vigila sull’osservanza dello statuto e dei regolamenti e sul buon andamento dell’Associazione; può delegare i propri poteri o singoli atti ad altro membro del Consiglio Direttivo;
b. Il Vice Presidente sostituisce il Presidente, in caso di assenza o di impedimento del medesimo, rappresentando legalmente l’Associazione nei confronti dei terzi e in giudizio; controlla la regolare tenuta dei libri contabili e della cassa;
c. il Segretario, che redige i verbali delle sedute del Consiglio Direttivo e li firma con il Presidente, presiede il Consiglio Direttivo in caso di assenza del Presidente e del Vice Presidente; predispone il bilancio preventivo e consuntivo da sottoporre all’approvazione del Consiglio Direttivo e dell’Assemblea, corredato da una relazione illustrativa, secondo le direttive del Presidente e del Consiglio Direttivo; cura la gestione della cassa dell’Associazione;

Art.33– Il Consiglio Direttivo si riunisce quando ne facciano richiesta almeno la maggioranza dei Consiglieri o su richiesta del Presidente. Le sedute del Consiglio Direttivo sono valide quando interviene la maggioranza assoluta dei Consiglieri; le deliberazioni sono prese a maggioranza assoluta dei presenti. Le votazioni normalmente sono palesi; possono essere prese a scrutinio segreto quando ciò sia richiesto anche da un solo Consigliere. La parità di voti comporta la reiezione della proposta. Delle deliberazioni del Consiglio Direttivo va redatto verbale da annotare sul relativo libro a cura del Presidente e del Segretario. Tale registro va tenuto a disposizione dei soci.

Art.34– I Consiglieri sono tenuti a partecipare attivamente a tutte le riunioni, sia ordinarie che straordinarie. La carica di consigliere si perde per decesso, dimissioni, decadenza. Il Consigliere che, senza giustificato motivo, non si presenti a tre riunioni consecutive, decade dalla carica. L’Assemblea può dichiarare la decadenza del consigliere che abbia compiuto azioni contrarie allo statuto o ai regolamenti, o incompatibili con l’orientamento morale dell’Associazione, o che abbiano provocato ad essa danni diretti o indiretti, o per altri gravi motivi. Il Consigliere che cessi dalla carica prima della scadenza del mandato è sostituito dall’Assemblea, appositamente convocata, che delibera con la presenza dei due terzi degli associati e con la maggioranza dei voti dei presenti.

Art. 35 – Le cariche elettive dell’associazione non sono retribuite e sono riservate ai soci ordinari in regola con l’iscrizione.

Titolo IV – Patrimonio, esercizio finanziario e libri dell’Associazione

Art.36- Il patrimonio dell’Associazione è costituito da:

a. beni mobili e immobili in proprietà dell’Associazione;
b. eventuali fondi di riserva costituiti con le eccedenze di bilancio;
c. eventuali erogazioni, donazioni e lasciti;
d. quote Sociali o corrispettivi specifici degli associati
e. contributi pubblici e privati attinenti alla realizzazione delle iniziative in relazione agli scopi statutari dell’Associazione;
f. fornitura e vendita di servizi e/o prodotti in relazione agli scopi statutari dell’Associazione;
g. Le entrate derivanti dalle attività commerciali gestite dall’associazione;
h. da ogni entrata che concorra ad aumentare l’attivo sociale.

E’ fatto divieto, in ogni caso, di distribuzione anche in modo indiretto di utili, avanzi di gestione, fondi, riserve o capitale

Art.37– L’esercizio Sociale si chiude il 31 dicembre di ogni anno. Entro i sessanta giorni successivi il Consiglio Direttivo predispone il bilancio preventivo e consuntivo da sottoporre all’approvazione dell’Assemblea ordinaria.

Art.38– Devono essere tenuti a cura del Consiglio Direttivo:

a. i verbali delle assemblee;
b. i verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo;
c. il libro dei Soci;
d. tutti gli altri libri contabili previsti dalla legge.

Art.39– Le deliberazioni dell’Assemblea e del Consiglio Direttivo, i bilanci, i provvedimenti di convocazione sono depositati presso la sede Sociale e sono a disposizione degli associati, i quali possono prenderne visione in ogni momento.

 Titolo V – Scioglimento, clausola compromissoria, norme transitorie e di rinvio

Art.40 – Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea, la quale provvederà alla nomina di uno o più liquidatori. In caso di scioglimento dell’Associazione per qualsiasi causa, il patrimonio residuo, soddisfatte tutte le eventuali passività, sarà devoluto ad altre associazioni aventi finalità analoghe o a fini di pubblica utilità, salva diversa destinazione imposta dalla legge.

Art.41– Qualunque controversia sorta in dipendenza del presente statuto o di questioni interne all’Associazione dovrà essere sottoposta in via prioritaria ad un tentativo di conciliazione condotto da un arbitro, che giudicherà secondo equità e senza formalità di procedura, dando luogo ad arbitrato irrituale. L’arbitro sarà scelto di comune accordo dalle parti contendenti. In mancanza di accordo sulla nomina dell’arbitro, questi sarà indicato dal Presidente del tribunale di Cosenza.

Art.42– Per tutto quanto non previsto dal presente statuto, si applicano le disposizioni del libro I del codice civile in materia di associazioni.

ANNO SOCIALE 2016

REGOLAMENTO INTERNO DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE CROSSMEDIA

  1. PREMESSA
    Il presente regolamento è predisposto dal Consiglio Direttivo (di seguito “CD”) in armonia con lo Statuto e deve essere accettato e deliberato dall’Assemblea Ordinaria come le eventuali successive modifiche e/o aggiunte.
  2. DISTINZIONE TRA SOCI
    I Soci (di seguito anche “Associati”) di CROSSMEDIA partecipano alle attività dell’Associazione contribuendo al perseguimento delle finalità statutarie e si distinguono in Soci Ordinari, Soci Sostenitori e Soci Onorari.Sono Soci Ordinari i Soci Fondatori. Possono inoltre acquisire la qualifica di Soci Ordinari le persone fisiche previa richiesta motivata al “CD”. Per l’accettazione del Socio Ordinario delibera l’Assemblea.Il Socio Ordinario apporta competenze strategico-strutturali e contribuisce con una quota associativa di € 250,00/anno e con una disponibilità in sede se e quando necessaria.L’Assemblea ordinaria elegge il “CD” che deve essere formato dalle tre cariche sociali primarie nelle figure del Presidente, del Vice-Presidente e del Segretario oltre ad eventuali altri Consiglieri. Il Socio Ordinario è tenuto a collaborare con il “CD” pur demandando allo stesso i poteri tecnico-legali-esecutivi per il  raggiungimento delle finalità associative. Il Socio Ordinario può essere eletto alle cariche sociali purché in regola con il pagamento dei contributi associativi (art. 35 dello Statuto).Il Socio Ordinario membro del “CD” viene definito CROSSMEDIA DIRECTOR, partecipa alle decisioni creative di produzione insieme ai Soci Sostenitori ART-PRODUCER-EDITOR, contribuisce con una disponibilità in sede da 8 a 16 ore nei giorni previsti e indicati sul calendario trimestrale,  assegna e coordina i singoli progetti con il ruolo di Responsabile di CROSSMEDIA e/o Responsabile di Progetti e/o Autore Creativo di Opere.Il Socio Sostenitore partecipa alla vita associativa dell’Associazione, fruisce dei servizi e offre prestazioni professionali a CROSSMEDIA che dà prevalenza all’Associato rispetto a fornitori esterni o interni successivi (vedi maggiori dettagli al punto 5).N.B. Il Socio Sostenitore può essere eletto alle cariche sociali richiedendo prima all’Assemblea di acquisire  i diritti di Socio Ordinario. Per l’accettazione del Socio Sostenitore delibera il “CD”.Il Socio Sostenitore si divide in  ART-PRODUCER-EDITOR (capo progetto), ART-PRODUCER-ASSISTANT (operatore) e ART-PRODUCER-CREATIVE (fruitore).Il Socio Sostenitore viene definito ART-PRODUCER-EDITOR (capo progetto) quando  partecipa alle decisioni creative di produzione insieme al CROSSMEDIA DIRECTOR di riferimento, contribuisce con una quota associativa di € 150,00/anno e con una disponibilità in sede di 8 ore a settimana nei giorni previsti e indicati dal “CD” sul calendario trimestrale. E’ prevista una assenza/giorno al mese da recuperare nella settimana successiva. Partecipa a singoli progetti assegnati dal “CD” con il ruolo di Responsabile di Progetto al fine di garantire la qualità dei risultati e/o Autore Creativo di Opere.Il Socio Sostenitore viene definito ART-PRODUCER-ASSISTANT (operatore) quando partecipa alle decisioni creative di produzione insieme all’ART-PRODUCER-EDITOR di riferimento, contribuisce con una quota associativa di € 50,00/anno e con una disponibilità in sede di 2 ore a settimana nei giorni previsti e indicati dal “CD” nel calendario trimestrale (incontri di 2 ore in due giorni disponibili). E’ prevista una assenza di 2 ore/settimana al mese. Partecipa con altri art-producer del team a singoli progetti assegnati dal “CD” con il ruolo di Producer e/o Autore/Creativo di Opere.

    Il Socio Sostenitore viene definito ART-PRODUCER-CREATIVE (fruitore) quando non partecipa alle decisioni creative di produzione e contribuisce con una quota associativa di € 25,00/anno e con una disponibilità in sede se e quando necessaria. Partecipa a singoli progetti di “CROSSMEDIA” come semplice fruitore e/o Autore Creativo di Opere.

    Il Socio Onorario partecipa con elargizioni e donazioni e/o con prestazioni intellettuali e/o di consulenza, acquisendo i diritti di Socio Sostenitore con la facoltà di partecipare alle decisioni creative di produzione. Possono richiedere lo status di Socio Onorario le persone fisiche titolari di aziende/clienti di CROSSMEDIA appartenenti al network/abbonati e/o inserzionisti pubblicitari della rivista culturale LIQMAG edita da CROSSMEDIA e/o partecipanti ad eventi di CROSSMEDIA nella veste di Sponsor. Possono altresì richiedere lo status di Socio Onorario le persone fisiche che offrono a CROSSMEDIA elargizioni e donazioni diverse, sia che si tratti di beni materiali (denaro, immobili e altro di simile) che di beni immateriali (consulenze, know how e altro di simile). La quota associativa è omaggiata o versata tramite donazione volontaria ed è richiesta una disponibilità in sede se e quando necessaria. 

  1. CONTRIBUTO SOCIALE E NUOVE ADESIONI
    Gli Associati versano un contributo relativo all’anno sociale che va da gennaio 2016 a dicembre 2016.

    A) Socio Ordinario      € 250,00   CROSSMEDIA DIRECTOR
    B) Socio Sostenitore    € 150,00  ART-PRODUCER-EDITOR (capo progetto)
    C) Socio Sostenitore     € 50,00   ART-PRODUCER-ASSISTANT (operatore)
    D) Socio Sostenitore    € 25,00    ART-PRODUCER-CREATIVE (fruitore)
    E) Socio Onorario (come Socio Sostenitore con quota omaggio o donaz. volontaria)L’adesione dà diritto a votare e avere parola nell’Assemblea dei soci alla quale il Socio può anche proporre mozioni, materiali di discussione, progetti e quant’altro utile e idoneo al raggiungimento degli scopi statutari. Il contributo può essere versato interamente all’atto della richiesta o con un acconto di almeno il 50% da corrispondere al Socio Presentatore al momento dell’adesione e saldo entro 30gg. al Socio Presentatore o nella sede legale o operativa di CROSSMEDIA nei giorni di apertura stabiliti o nell’ambito di eventi gestiti da CROSSMEDIA o tramite versamento con Bollettino Postale N. 113957 intestato ad Associazione culturale CROSSMEDIA con causale Tesseramento 2016. Nel caso di mancata corresponsione del saldo nei termini stabiliti essa verrà considerata come donazione dell’acconto che quindi non verrà restituito e la richiesta di adesione a CROSSMEDIA verrà respinta. Nel caso di non accettazione l’intero contributo versato verrà considerato come donazione . *Tutte le comunicazioni istituzionali verranno inviate all’e-mail indicata. L’associato si impegna a dare comunicazione di eventuali cambi della stessa.
  1. VANTAGGI PER I SOCI/ASSOCIATI
    A) partecipare alla vita associativa di CROSSMEDIA proponendo idee, progetti e quant’altro (in linea con lo statuto e con il presente regolamento);
    B)   avere la possibilità di voto in Assemblea e assumere cariche direttive (Soci Ordinari);
    C)   avere libero accesso ad uno spazio creativo (Spazio Liquido v2) in grado di ospitare eventi performativi;
    D)   proporre progetti per la pubblicazione sulla rivista culturale LIQMAG edita da CROSSMEDIA;
    E)   avere l’ingresso agli eventi gestiti da CROSSMEDIA riservato ai soli Soci/Associati;
    F) avere sconti e/o agevolazioni nei punti commerciali associati a CROSSMEDIA;
    G) avere lo sconto del 50% sull’acquisto in sede di LIQMAG fino a 10 copie x numero previa disponibilità;
    H) partecipare ai progetti di CROSSMEDIA fornendo prestazioni professionali in modo volontario non retribuito o con retribuzione come riportato nel punto seguente.
  1. COMPENSI PER I SOCI/ASSOCIATI CHE FORNISCONO PRESTAZIONI PROFESSIONALI
    CROSSMEDIA promuove gli associati della provincia di Cosenza (Km 0) con estensione esteso alle provincie di prossimità siano essi persone fisiche e/o aziende dando loro prevalenza, sostegno e visibilità nelle proprie iniziative. In cambio verifica che da parte loro ci sia lo stesso interesse evitando meri rapporti commerciali ma piuttosto creando una relazione più interessata e duratura. A fine del raggiungimento degli scopi Sociali statutari, CROSSMEDIA tramite il proprio “CD”, potrà definire delle ulteriori regole, procedure, schemi  e/o quant’altro di utile  per incentivare la partecipazione di un maggior numero di Soci/Associati alle singole attività  e/o per meglio organizzarle e gestirle.A) Per le prestazioni di vendita di servizi e/o prodotti di CROSSMEDIA deve esserci un incarico scritto (art. 16 dello statuto) e la retribuzione deve quindi essere concordata preventivamente con un Associato autorizzato.B) Anche riguardo a prestazioni d’opera (professionali e/o artistiche) o di servizi la retribuzione deve essere concordata preventivamente, con un Associato autorizzato, tramite incarico scritto. La prestazione viene definita a cottimo (ad orario o a misura) con la plusvalenza della notorietà nel caso di prestazione artistica e/o professionale. Il fornitore Associato o non Associato viene retribuito con Compensi stabiliti a preventivo. Resta inteso che nei casi riportati sopra e/o in altri casi in cui vi sono prestazioni effettuate in via occasionale, contingenti ed episodiche, il relativo compenso è da inquadrare tra i redditi di cui all’art. 67 comma 1, lettera L, del D.P.R. 917/86 e, pertanto, escluso dal campo di applicazione dell’I.V.A. ai sensi dell’art. 5 del D.P.R. n. 633 del 26 ottobre 1972 e al lordo di Ritenuta d’Acconto; le modalità e i tempi di pagamento devono essere stabilite a priori; la partecipazione del Socio/Associato ad iniziative di CROSSMEDIA (per esempio ad EVENTI come fornitore di prestazioni professionali di tipo art-producer) è una decisione che riguarda il “CD” che delibera a favore dell’incarico scritto di cui sopra in relazione a fattori di diverso tipo (per esempio CONCEPT dell’evento, PRESENZA costante e interessamento del Socio/Associato agli incontri di produzione e/o ALTRO). Il versamento della quota associativa del Socio/Associato – conseguente alla richiesta di adesione a CROSSMEDIA e quindi all’accettazione da parte del “CD” – non deve pertanto essere considerata  un diritto alla partecipazione delle iniziative di CROSSMEDIA ma piuttosto un dovere (apporto di idee e proposte, partecipazione alla vita associativa, apporto di prestazioni professionali volontarie e/o retribuite, altro di utile al raggiungimento dello scopo sociale) affinché i progetti di CROSSMEDIA possano realizzarsi.
  1. COMPORTAMENTI DIFFORMI ED ESCLUSIONE DEI SOCI/ASSOCIATI
    L’Associazione Culturale CROSSMEDIA è apartitica e aconfessionale. Ogni Associato si fa garante dei propri comportamenti e di quelli di altri Associati eventualmente presentati a CROSSMEDIA ed accettati, in linea con questo regolamento e con lo statuto. Nello specifico, al fine di evitare un regime di privazioni, è consentito a tutti gli Associati esprimere le proprie preferenze politiche, religiose, sessuali e quant’altro nel rispetto e nei limiti della libertà degli altri Associati. Comportamenti difformi devono essere segnalati al “CD” che deciderà riguardo ai provvedimenti da adottare fino all’eventuale esclusione dell’Associato che  abbia  compiuto azioni  contrarie  allo  statuto  o  ai  regolamenti,  o  incompatibili  con  l’orientamento  morale dell’Associazione, o che abbiano provocato ad essa danni diretti o indiretti, o per altri gravi motivi.
  1. LIBERATORIA PER L’UTILIZZO DELL’IMMAGINE
     Premettendo che il soggetto che acquisisce i diritti di utilizzo dei contenuti riportati di seguito è l’Associazione Culturale CROSSMEDIA (di seguito CROSSMEDIA) l’Associato autorizza alla pubblicazione di immagini ritraenti la propria persona acquisite  per nome e conto di CROSSMEDIA, nelle sessioni di ripresa effettuate in Spazi gestiti da CROSSMEDIA. L’Associato autorizza inoltre alla visualizzazione in contesti, formati e supporti collegati direttamente a CROSSMEDIA (anche per fini promozionali e/o artistici), con la possibilità di modifica e preparazione di opere derivate, riproduzione (con qualsiasi mezzo consentito dalla tecnologia e secondo le modalità ritenute più opportune da CROSSMEDIA), distribuzione utilizzando qualsiasi canale senza limiti di tempo e spazio territoriale, abbinamento con altre immagini di cose e/o persone, vietandone l’ uso in tutti i  casi  che ne pregiudichino il decoro e la dignità personale. L’Associato pertanto prende atto che: A) la cessione di cui al presente punto avviene a titolo gratuito e che la stessa pertanto non darà luogo alla corresponsione di alcun compenso da parte di CROSSMEDIA; B) di non avere null’altro a pretendere ad alcun titolo nei confronti di CROSSMEDIA nonchè di tutti gli altri partner e collaboratori diretti e indiretti o terzi aventi causa. Restano pertanto  transatti tra le parti tutti i reciproci diritti e pretese comunque connessi con i rapporti di cui sopra con espressa rinuncia a qualunque ulteriore reciproco diritto; C) che tale concessione di diritti d’utilizzo non è in contrasto con eventuali accordi contrattuali o/e diritti di agenzie di rappresentanza, manlevando CROSSMEDIA da eventuali pretese di terzi in relazione a tale cessione di diritti. Si informa l’Associato che ai sensi dell’articolo 98 legge 633 – 22.4.1941, e in conformità alla sentenza della Corte di Cassazione n.4094 del 28/6/1980 i negativi e/o gli originali positivi e/o i files si intendono di proprietà di chi le acquisisce (FOTO-VIDEOGRAFO) se non espressamente ceduti. L’Associato pertanto accetta espressamente di manlevare CROSSMEDIA da ogni responsabilità civile e/o penale che possa insorgere a causa di possibili ACQUISIZIONI DI IMMAGINI NON AUTORIZZATE all’interno di Spazi gestiti da CROSSMEDIA e di tenere quindi l’Ass. Cult. CROSSMEDIA, ogni suo partner e/o collaboratore diretto e indiretto o terzi aventi causa, indenne da ogni pregiudizio obbligandosi inoltre a non chiamarla in causa per qualsiasi possibile controversia che possa insorgere.
  1. QUOTA DI PARTECIPAZIONE A EVENTI E INIZIATIVE ALTRE // SPECIFICA
    L’adesione dà quindi il diritto a partecipare alle iniziative di CROSSMEDIA in qualità di Socio/Associato. Nel caso – ad esempio – di un EVENTO organizzato da CROSSMEDIA, esso può essere con ACCESSO RISERVATO AI SOLI SOCI/ASSOCIATI CROSSMEDIA o con ACCESSO PUBBLICO, l’ingresso  può essere gratuito o a pagamento (decide il “CD” di volta in volta) e il Socio Sostenitore può partecipare fornendo prestazioni professionali e percependo una retribuzione stabilita e commisurata alla prestazione concordata (come meglio specificato nel punto 5) o contribuendo con una quota per la partecipazione (decide il “CD” di volta in volta).Redatto dal“CD” di CROSSMEDIA per l’anno sociale 2016.

Statuto CROSSMEDIA
(download pdf)
Regolamento CROSSMEDIA 2016
(download pdf)

< TORNA INDIETRO

Annunci